ascolto
Istituto Comprensivo Statale “Luciano Manara”

Sportello di ascolto

Lo psicologo dell'Istituto riceve su appuntamento

Cos'è

Lo sportello d’ascolto è uno spazio scolastico dedicato alla salute, accogliente e flessibile, dove studenti, genitori e docenti possono esprimere le proprie difficoltà e i propri vissuti in assoluta privacy. Esso si prefigge, anche in base a quanto segnalato dai Docenti facenti parte dei singoli consigli di classe, l’obiettivo di promuovere stili di vita tesi al raggiungimento del benessere relazionale e ciò per mezzo di colloqui e di consulenze psicologiche.

Gli studenti minorenni potranno accedere allo sportello solo previa sottoscrizione del consenso informato da parte dei genitori o da chi esercita la potestà genitoriale

Chi è lo psicologo scolastico?

È un professionista con competenze psicologiche e relazionali che opera direttamente e fisicamente nella SCUOLA per svolgere interventi specifici (sul singolo o sul gruppo), mirati al contenimento del DISAGIO e alla promozione del BENESSERE di tutti gli utenti della scuola.

A chi si rivolge lo psicologo scolastico?

Lo psicologo all’interno della scuola rappresenta una RISORSA a cui possono rivolgersi TUTTI gli utenti della scuola: studenti, genitori, docenti e collaboratori. Per gestire con efficacia questa eterogeneità, è prioritario che ogni intervento parta da un’attenta analisi dei bisogni e delle motivazioni di ciascun utente.

Quali sono le modalità dei colloqui?

I colloqui vengono svolti previo appuntamento, telefonico o con prenotazione tramite mail, in forma individuale e in presenza. In qualità della sua etica deontologica e della sua professionalità, lo psicologo del servizio garantisce l’assoluta riservatezza, sia rispetto alle modalità, che ai contenuti dei colloqui.

Informazioni sullo Sportello di Ascolto

Gli obiettivi principali dell’azione di supporto psicologico consistono nel promuovere il benessere psico-fisico di studenti, insegnanti e Personale ATA e più in dettaglio nel:

  • Promuovere negli studenti l’acquisizione di competenze sociali e relazionali e di una maggiore fiducia in sé stessi;
  • Costituire uno strumento qualificato per la prevenzione del disagio evolutivo nonché di fenomeni di demotivazione allo studio e di abbandono scolastico;
  • Favorire il processo di orientamento scolastico;
  • Favorire la cooperazione tra la scuola e le famiglie;
  • Fornire ai docenti strumenti, strategie, consulenza, aggiornamenti e supporto per gestire percorsi di educazione al benessere e all’affettività;
  • Sostenere le famiglie nei processi educativi e nelle relazioni genitori/figli;
  • Prevenire fenomeni di bullismo e/o cyberbullismo; inoltre servirà per approfondire ulteriori aspetti legati a:
  • Interesse/partecipazione (es.: analisi dei reali interessi del ragazzo; motivazione allo studio);
  • ambientamento (es.: difficoltà nelle relazioni con i compagni di classe e/o con gli insegnanti);
  • organizzazione dello studio (es.: metodo di lavoro; distribuzione del tempo tra studio e riposo; difficoltà di concentrazione; efficacia dell’applicazione)
  • ansia da prestazione scolastica (es.: agitazione in relazione ad interrogazioni, compiti in classe, verifiche; ansia in relazione all’esame di stato);

A cosa serve

Lo Sportello di Ascolto Psicologico ha come finalità principale quella di promuovere il benessere psicofisico e relazionale nel contesto scolastico. Il Servizio vuole offrire agli alunni della scuola secondaria uno spazio di riflessione e di condivisione dei dubbi e delle difficoltà che spesso caratterizzano la preadolescenza e ai genitori un momento di confronto sulle problematiche/criticità che possono insorgere nel rapporto con i propri figli.
Lo Sportello di Ascolto Psicologico è curato dal dott. Andrea Bonanomi(www.spazioascolto.it). Le principali modalità di accesso allo Sportello per gli alunni sono le seguenti:

  • possono rivolgersi allo psicologo solo gli alunni autorizzati dalle famiglie (occorre restituire ai coordinatori il consenso informato per la consulenza psicologica);
  • lo psicologo scolastico sarà presente a scuola il mercoledì dalle 8.00 alle 13.00; gli alunni che necessitano di un incontro si “prenoteranno” mediante richiesta scritta da inserire nell’apposita cassetta riservata alle prenotazioni (collocata all’ingresso della scuola);
  • non si può accedere allo Sportello in caso siano previste interrogazioni, verifiche o particolari attività curricolari che richiedano la presenza dell’alunno;
  • gli incontri sono individuali e riservati. Per lo svolgimento di tali incontri saranno osservate tutte le misure di prevenzione Covid-19 previste all’interno dell’Istituto Comprensivo Manara.

Per i docenti e i genitori è possibile prenotare un colloquio scrivendo a: spazioascoltomanara@gmail.com

Come si accede al servizio

APERTURA SPORTELLO di ASCOLTO PSICOLOGICO IC L. MANARA

Per prenotare un colloquio inviare email a: spazioascoltomanara@gmail.com

Luoghi in cui viene erogato il servizio

Cosa serve

I colloqui vengono svolti previo appuntamento, telefonico o con prenotazione tramite mail, in forma individuale e in presenza. In qualità della sua etica deontologica e della sua professionalità, lo psicologo del servizio garantisce l’assoluta riservatezza, sia rispetto alle modalità, che ai contenuti dei colloqui.

Tempi e scadenze

Sportello psicologico

Apr

Documenti

Contatti

Struttura responsabile del servizio

Ulteriori informazioni

Gli obiettivi principali dell’azione di supporto psicologico consistono nel promuovere il benessere psico-fisico di studenti, insegnanti e Personale ATA e più in dettaglio nel:

  • Promuovere negli studenti l’acquisizione di competenze sociali e relazionali e di una maggiore fiducia in sé stessi;
  • Costituire uno strumento qualificato per la prevenzione del disagio evolutivo nonché di fenomeni di demotivazione allo studio e di abbandono scolastico;
  • Favorire il processo di orientamento scolastico;
  • Favorire la cooperazione tra la scuola e le famiglie;
  • Fornire ai docenti strumenti, strategie, consulenza, aggiornamenti e supporto per gestire percorsi di educazione al benessere e all’affettività;
  • Sostenere le famiglie nei processi educativi e nelle relazioni genitori/figli;
  • Prevenire fenomeni di bullismo e/o cyberbullismo; inoltre servirà per approfondire ulteriori aspetti legati a:
  • Interesse/partecipazione (es.: analisi dei reali interessi del ragazzo; motivazione allo studio);
  • ambientamento (es.: difficoltà nelle relazioni con i compagni di classe e/o con gli insegnanti);
  • organizzazione dello studio (es.: metodo di lavoro; distribuzione del tempo tra studio e riposo; difficoltà di concentrazione; efficacia dell’applicazione)
  • ansia da prestazione scolastica (es.: agitazione in relazione ad interrogazioni, compiti in classe, verifiche; ansia in relazione all’esame di stato);
Skip to content